Accedi al profilo libellula_ediz

Scuola pubblica e Religioni

4 dicembre 2013 Posted in: nuovi itinerari

Scuola pubblica e Religioni

 di Nicola Fiorita

NICOLA FIORITA N. 2

compralo qui  e-commerce

Nella scuola pubblica della nuova Italia, plurale e multietnica, agiscono soggetti di diversa etnia, di diversa provenienza geograca e di diversa tradizione culturale.
Le singole identità siedono nello stesso banco, si conoscono durante le lezioni e si incontrano nei corridoi, crescono insieme o si irrigidiscono per proprio conto a seconda della capacità del sistema di istruzione di praticare l’integrazione e di insegnare la tolleranza.
La presenza della religione nella scuola pubblica, così come accade in altri momenti della vita democratica, può supportare questo processo evolutivo, conferendo al progetto educativo la carica etica propria di tutte le grandi tradizioni spirituali, ma può anche riconvertirsi in un elemento di chiusura identitaria. Per tale ragione, e per la speciale rilevanza che l’insegnamento della religione cattolica ha tradizionalmente rivestito nel nostro Paese, l’analisi della disciplina giuridica di questa materia consente di vericare, più in generale, l’evoluzione della regolamentazione del fattore religioso e il suo eettivo grado di laicità.
Il volume prende in considerazione tutte le principali manifestazioni di questa presenza: l’ora di religione, l’esposizione del crocesso, la questione del velo, lo svolgimento di cerimonie e visite pastorali, le pratiche alimentari, la condizione giuridica dei docenti, valutando, di volta in volta, la compatibilità della disciplina vigente con le nuove esigenze della società e con il rispetto pieno dei principi costituzionali.

 

Nicola Fiorita è professore associato di Diritto ecclesiastico e canonico presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università della Calabria. Tra le sue principali pubblicazioni: Remunerazione e previdenza dei ministri di culto (Giuré, 2003), Separatismo e laicità (con V. Barsotti, Giappichelli, 2008), L’Islam spiegato ai miei studenti (Firenze university press, 2010).

 

Leave a Reply